Home » Il Tao della filosofia. Corrispondenze tra pensieri d’Oriente e d’Occidente by Giangiorgio Pasqualotto
Il Tao della filosofia. Corrispondenze tra pensieri d’Oriente e d’Occidente Giangiorgio Pasqualotto

Il Tao della filosofia. Corrispondenze tra pensieri d’Oriente e d’Occidente

Giangiorgio Pasqualotto

Published 2015
ISBN :
Paperback
185 pages
Enter the sum

 About the Book 

Il Tao della filosofia raccoglie i primi esperimenti effettuati all’insegna d’una filosofia intesa come comparazione tra pensieri d’Oriente e d’Occidente. Sulla traccia di tali lavori si sono sviluppate le ricerche che hanno condotto l’Autore adMoreIl Tao della filosofia raccoglie i primi esperimenti effettuati all’insegna d’una filosofia intesa come comparazione tra pensieri d’Oriente e d’Occidente. Sulla traccia di tali lavori si sono sviluppate le ricerche che hanno condotto l’Autore ad affrontare il confronto tra alcuni pensatori della tradizione filosofica occidentale e alcuni passaggi cruciali degli insegnamenti originari del Buddha. Analoghe ricerche si sono avute in Francia con François Jullien, in Austria con F. Martin Wimmer, negli USA con Graham Parkes e in Germania con Rolf Elberfeld.L’idea d’una filosofia interculturale che emerge da questa linea di ricerche può sembrare anacronistica o provocatoria in un’epoca in cui da troppe parti s’accettano o s’invocano scontri di civiltà. Ma può anche rivelarsi attualissima per chi ama ancora il pensiero critico o per chi ancora coltiva una minuta ma tenace speranza d’orizzonti sempre più aperti.Non si può più tenere lontano dal nostro modo di pensare e di vedere la cultura orientale, l’impatto che il pensiero Zen ha avuto, senza che ce n’accorgessimo, sul nostro modo di vivere il presente, dal minimalismo pratico al rapidissimo modo d’intendere il reale- come pure il concetto di Tao, di «Via» nel senso pieno del termine: il Tao, come fa rilevare correttamente l’Autore nel capitolo dedicato a «Eraclito e il taoismo», è da sempre, e sarebbe assurdo affermare che il pensiero degli antichi filosofi non possa essere riletto alla luce di ciò che oggi conosciamo riguardo a questa «Via» del pensiero cinese.Riteniamo che riproporre questo testo sia la testimonianza del fatto che, se il mondo è pur cambiato sotto i nostri occhi in questi anni a una velocità alla quale l’umanità non è mai stata abituata, è pur vero che le idee espresse dall’Autore in queste pagine sono di tale freschezza e così dense che sono fuori del contesto del procedere del tempo.